Come scegliere il riduttore di pressione compatibile con il gas da utilizzare

Sicurezza

Quando si riceve una richiesta di offerta per un gas, oltre a fornire la specifica di prodotto e la scheda di sicurezza, bisogna assicurarsi sempre che il cliente abbia a disposizione i componenti adeguati per l’utilizzo in sicurezza del gas, fra questi sono molto importanti i riduttori di pressione.

A cosa servono i riduttori di pressione?

I gas speciali vengono forniti quasi sempre in bombole e sono compressi ad alta pressione. I riduttori di pressione servono ad abbattere la pressione all’interno delle bombole, per portarla a una pressione di uso ben definita dallo strumento.
Questi dispositivi sono di semplice utilizzo, ma per garantire il grado di purezza del gas, e sicurezza in fase di processo, è necessario che rispettino determinati requisiti.

Quali tipi di riduttore di pressione esistono?

Esistono vari tipi di riduttore, con caratteristiche fisiche costruttive e di assemblaggio diverse, volte ad assicurare, ad esempio, la compatibilità del materiale di costruzione con il gas utilizzato, o dimensione adeguata a quella della bombola. In commercio si trovano riduttori in ottone cromato, in acciaio inossidabile, monostadio, a doppio stadio, a soffietto, a membrana, con diverse tipologie di membrana.

 

 

Data l’ampia varietà, la scelta del riduttore corretto, di importanza critica sia ai fini della sicurezza che dell’efficacia degli ambienti operativi, può risultare piuttosto complicata. Per questo motivo, all’Interno delle nostre offerte indichiamo la disponibilità a fornire le apparecchiature idonee all’utilizzo del prodotto. In questo modo, il cliente non dovrà preoccuparsi della scelta dei componenti e avrà a disposizione tutto il necessario per iniziare a lavorare.

Cosa succede se utilizzo un riduttore di pressione non compatibile?

Alcuni si improvvisano tornitori, e creano dei raccordi per consentire l’utilizzo di un riduttore costruito per un gas specifico su una bombola diversa, correndo seri rischi: dalla non compatibilità dei materiali, alla non compatibilità delle pressioni.
Ad esempio, montando un riduttore di pressione per CO2, che è un gas con una bassa tensione di vapore e dunque pressurizzato a circa 50 bar, su una bombola di Ossigeno o qualsivoglia altro gas, l’operatore potrebbe andare incontro ad effetti assolutamente negativi.

Conclusione

Esistono riduttori di pressione specifici per ciascun gas e per ogni applicazione. Vogliamo che i nostri clienti operino in sicurezza e sappiano di potersi affidare a noi a 360°. Non siamo solo fornitori di gas, mettiamo a disposizione le nostre conoscenze e l’esperienza in questo settore per aiutare i clienti a trovare le migliori soluzioni, garantendo l’ottimizzazione dei processi al giusto costo e in massima sicurezza.

Di seguito una guida alla selezione dei riduttori di pressione, utile a comprendere la necessità di utilizzare sempre sistemi idonei. Al resto, se vorrete, ci pensiamo noi.

 


Compila il form per scaricare la guida alla scelta dei riduttori di pressione di Nippon Gases Italia

dell'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nella stessa

Bombola di gas con riduttore di pressione di Rivoira Nippon Gases