3 modi per rendere efficiente l’impianto di depurazione delle acque reflue

Trattamento Acque

Sul tema della gestione degli impianti di depurazione delle acque reflue c’è purtroppo ancora molta confusione. Si rischia infatti di confondere le decisioni quotidiane legate alla conduzione degli impianti con i veri temi di chi è impegnato a creare valore.

Da un lato l’ottica di chi reagisce, dall’altra quella di chi gestisce.

Le priorità per una gestione efficiente dell’impianto di depurazione delle acque reflue? Sono solo 3, ma non bisogna sottovalutarle.

  1. dimensionare correttamente l’impianto
  2. affidare le verifiche a chi ti può dare un valore aggiunto
  3. sapere come restare aggiornato sulle tecnologie più avanzate

Se hai 4 minuti da dedicarmi, le spiego brevemente.

1. Tutto nasce da qui: il tuo impianto è correttamente dimensionato?

C’è un punto da cui derivano tutti i vantaggi… o da cui nascono tutti i problemi.

Sto parlando del dimensionamento dell’impianto, che è strettamente legato alle caratteristiche strutturali e alla dimensione delle vasche.

Se parliamo di commisurare le dimensioni delle vasche alla portata complessiva delle acque non sto dicendo niente di nuovo per te.

Ma se invece proviamo a incrociare questo dato con i valori delle concentrazioni inquinanti, con le punte di carico non prevedibili e con i sovraccarichi stagionali, il calcolo di dimensionamento si fa un po’ più complicato, vero?

Quando un impianto è sottodimensionato: i rischi

Se ci sono stati in passato momenti di crescita a ‘strappo’ del tuo business, potresti non esserti accorto che il tuo impianto è sottodimensionato.

I problemi di un sottodimensionamento dell’impianto potrebbero rimanere sotto traccia per qualche tempo. Ma il giorno in cui compariranno potresti ritrovarti davvero impreparato.

Ecco alcune possibili conseguenze del sottodimensionamento di un impianto depurazione acque reflue. Forse qualcuna la conosci già:

  • scarsa ossigenazione e relativa proliferazione di batteri filamentosi
  • schiume che degradano le condizioni operative dell’impianto
  • processi anaerobici che producono miasmi e cattivi odori
  • non rispetto dei limiti di legge con il rischio di pesanti sanzioni (per saperne di più sulle normative in vigore clicca qui)

2. Per le valutazioni strategiche scegli il meglio

È un elemento spesso trascurato, eppure è quello decisivo.

Se vuoi essere sicuro del dimensionamento del tuo impianto di trattamento acque reflue devi affidare questo delicato compito a professionisti del settore, in grado non solo di valutare, ma di fornirti consulenza e supporto costanti, anche da remoto.

Proprio come facciamo in Rivoira, parte del gruppo Taiyo Nippon Sanso Corporation (TNSC), dove adottiamo soluzioni ready-to-use avanzate – come Aqqua SCAN – che consente il monitoraggio in real time dei parametri per una corretta gestione dell’impianto di depurazione in loco e da remoto.

Se qualcosa non funziona o si alterano i parametri, il sistema lo notifica immediatamente e siamo in grado di valutare le cause da remoto e di suggerirti gli interventi da effettuare.

Le proposte di Rivoira comprendono anche l’installazione di web-cam dedicate per il monitoraggio ottico degli elementi sensibili (colore del fango, schiume, …) degli impianti di depurazione.

Un team di professionisti al tuo fianco, sempre!

Per una efficace gestione: gli interventi mirati

Siamo al cuore del problema: è proprio qui che si può parlare di una efficace gestione dell’impianto di depurazione.

Infatti anticipando il degenerare dei problemi (es. creazione di schiume che rappresentano un allarme sulle “condizioni di salute” della vasca di ossidazione biologica) l’intervento risolutivo potrà avvenire:

  • in modo rapido, prima che il danno provochi alti costi di manutenzione
  • in modo mirato, per evitare azioni inutili e onerose

La soluzione che stavi cercando

Un esempio illuminante è la soluzione Biological Oxidation B.Ox di Rivoira [inserire link verso scheda prodotto sul sito] per la gestione di impianti di depurazione.

Introducendo in vasca ossigeno puro con un intervento che dura poche ore, questa soluzione porta al tuo impianto due benefici in uno.

Oltre ad abbattere Aerosol e valori di VOC – riducendo anche il consumo energetico – l’intervento permette infatti di eliminare gli interventi strutturali e i giorni di fermo impianto delle soluzioni tradizionali, dimostratesi in passato spesso non risolutive.

3. La mossa decisiva: sapere come aggiornarsi

Crescente specializzazione settoriale, aggiornamenti di prodotto sempre più rapidi, contesto normativo in continuo sviluppo: devi proprio stare dietro a tutto?

La risposta è no. Se il tuo obiettivo è quello di concentrarti sulle attività strategiche che accrescono il valore del tuo business o della tua produzione, allora l’attività di aggiornamento tecnico relativo al depuratore può essere affidata a professionisti pronti a farlo per te.

Perché questo è il loro focus quotidiano. E perché, nel caso di Rivoira, fanno parte di una realtà in continuo contatto con Università e laboratori di ricerca, che studiano e sviluppano soluzioni sempre più efficienti, mirate e sostenibili per la depurazione delle acque reflue.

Aumentare l’efficienza del tuo impianto di depurazione acque reflue, lo abbiamo visto, significa prendere poche, ma fondamentali decisioni.

È per questo che ti invito a leggere regolarmente questo blog: qui troverai sempre, raccolte in un unico luogo, le informazioni rilevanti che non ti puoi permettere di non sapere.