Refrigerazione commerciale: riduci costi e impatto ambientale con l’R-455A

Minimizzare i consumi energetici degli impianti di refrigerazione e ridurre al contempo l’impatto ambientale, nel rispetto della Normativa F-gas e in accordo con gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dalle Nazioni Unite per il 2030, è ormai un imperativo sia per gli operatori della GDO che per i piccoli rivenditori di generi alimentari.

Tuttavia, trovare il giusto compromesso tra conformità ambientale e riduzione dei costi non è facile. In questo articolo vediamo quali sono le migliori soluzioni per raggiungere questo obiettivo nei nuovi impianti di refrigerazione commerciale.

banco-frigo-refrigerato-R-455A

Quanto costerà domani la scelta fatta oggi?

Per comprendere quale sistema di refrigerazione consente di rispettare le normative ambientali con il minor costo totale di proprietà (TCO), è necessario valutare sia i costi iniziali di investimento, sia i costi a lungo termine legati al funzionamento dell’impianto:

  • ciclo di vita dell’impianto,
  • consumo di energia,
  • costi di manutenzione,
  • tasso di perdita dell’impianto,
  • possibili fluttuazioni di prezzo del refrigerante.

Oltre a questi fattori, occorre tenere in considerazione l’impatto ambientale del refrigerante che si va a utilizzare.
Ma quali sono i gas refrigeranti consentiti dalla Normativa F-Gas per i nuovi impianti di refrigerazione commerciale? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Refrigeranti consentiti dal 2022 nei nuovi impianti di refrigerazione commerciale

Dal 1° gennaio 2022 il Regolamento F-Gas vieta l’immissione in commercio di:

 

  • frigoriferi e congelatori plug-in per uso commerciale (apparecchiature ermeticamente sigillate) contenenti HFC con GWP≥150.
  • sistemi di refrigerazione centralizzati multipack per uso commerciale, di capacità nominale ≥ 40 kW, contenenti o il cui funzionamento dipende da gas fluorurati a effetto serra con GWP≥150. A eccezione del circuito refrigerante primario di sistemi a cascata, in cui possono essere usati gas fluorurati a effetto serra con GWP<1500.

In queste tipologie di impianti di refrigerazione commerciale, la migliore alternativa al divieto di utilizzo di HFC ad elevato GWP sono le nuove miscele HFO a bassissimo impatto ambientale. Prosegui la lettura per scoprire perché.

R-455A: massima efficienza, sicurezza e rispetto dell’ambiente

Per impianti di refrigerazione di piccole e medie dimensioni, che coprono tutti gli intervalli di temperatura in:

  • supermercati
  • minimarket
  • ristorazione
  • lavorazione degli alimenti
  • celle frigorifere
  • logistica refrigerata

la migliore soluzione è il refrigerante HFO R-455A (Solstice L40X) di Honeywell.

L’R-455A è una miscela zeotropica progettata per fungere da alternativa per applicazioni a bassa, media e alta temperatura nei nuovi sistemi.
È un refrigerante A2L, ovvero blandamente infiammabile. Questa caratteristica lo rende preferibile rispetto ad altri gas altamente infiammabili (classe A3) come l’R290 (propano), consentendo cariche maggiori per circuito, e l’utilizzo in totale sicurezza all’interno di impianti installati in locali con accesso al pubblico.

Non solo, grazie al suo bassissimo potenziale di riscaldamento globale (GWP di 146), consente di soddisfare i requisiti europei sui gas fluorurati, che impongono l’uso di refrigeranti con GWP inferiore a 150 nei nuovi sistemi a partire dal 1° gennaio 2022.

7 motivi per scegliere l’R-455A

 

  1. COSTI : OPEX inferiore
  2. EFFICIENZA ENERGETICA: Minori costi operativi, minori emissioni indirette
  3. SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: Conforme alla legislazione ed emissioni totali inferiori
  4. SICUREZZA: Infiammabilità bassa, pressioni di esercizio inferiori a R-744
  5. LIMITE DI CARICA: Maggiore rispetto al Propano R-290 (classe infiamm. A3).
  6. COMPLESSITÀ DEL SISTEMA: Facilità di installazione, minori costi di manutenzione
  7. RUMOROSITÀ: bassa

Conclusione

Quale tecnologia, sistema e refrigerante utilizzare all’interno del tuo punto vendita per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità più rapidamente e a costi inferiori? Non esiste una risposta valida per tutti gli operatori del settore.

Nei punti vendita di superfici medio-piccole (dai 300 ai 2000 mq), installando un sistema di refrigerazione alimentato dal gas refrigerante R-455A è possibile ridurre al minimo i costi di esercizio, in totale sicurezza e in conformità con le normative ambientali.

Se stai cercando una soluzione ecocompatibile per minimizzare il consumo energetico e i relativi costi a vantaggio sia della sua attività che del pianeta, contattaci, ti aiuteremo a simulare le prestazioni del tuo nuovo impianto e a trovare il refrigerante più adatto alle tue esigenze.